Come devo cambiare il mio stile di vita?

La maggior parte dei pazienti è in grado di raggiungere una qualità di vita eccellente, seppur con alcune restrizioni. Il Suo medico sarà in grado di guidarLa al raggiungimento dei Suoi obiettivi.

Attività fisica

L’esercizio fisico moderato è benefico per la maggior parte delle persone e aiuta a ridurre il rischio complessivo di malattie cardiache. Aiuta a regolare i ritmi biologici quotidiani, migliora il sonno, l’umore ed è importante per il controllo del peso. Tuttavia, prima di iniziare qualsiasi programma di esercizio fisico, deve consultare il medico o un altro operatore sanitario qualificato per discutere del livello di attività fisica che prevede di intraprendere, soprattutto se avverte intolleranza all’esercizio fisico.

Deve evitare, però, attività fisiche troppo intense. Alcuni studi hanno dimostrato che il rischio di fibrillazione atriale è maggiore negli atleti di resistenza, come i fondisti o i ciclisti. Quindi, i pazienti sono incoraggiati a praticare esercizio fisico di intensità leggera e moderata, evitando un eccesso di attività fisica.

 

Se sviluppa un episodio di fibrillazione atriale durante l’esercizio fisico, deve smettere, sedersi e seguire le raccomandazioni del medico o richiedere assistenza sanitaria.

Ci sono molte app e dispositivi indossabili (tracker di attività, smartwatch) disponibili per monitorare l’esercizio fisico, tra cui cardiofrequenzimetri, che contano passi e monitorano distanza o ritmo.

Alcool

Il consumo di alcool è associato a un maggiore rischio di fibrillazione atriale con modalità dose-dipendente. Sebbene il consumo basso o moderato di alcool di solito non causi problemi nei pazienti con fibrillazione atriale, si raccomanda vivamente di evitarne un consumo eccessivo. Se si rende conto che l’assunzione di alcool, anche a basse dosi, innesca episodi di fibrillazione atriale, in generale dovrebbe evitarlo.

Grandi quantità di alcool possono causare fibrillazione atriale e possono avere effetti su trattamenti di prevenzione di ictus mediante l’uso di anticoagulanti, in particolare per i pazienti che assumono antagonisti della vitamina K (come warfarin, acenocumarolo, ecc.). Può anche determinare un aumento del rischio di sanguinamento nei pazienti che assumono farmaci anticoagulanti. Deve essere onesto con il Suo medico sul Suo consumo giornaliero di alcool.

Le raccomandazioni sull’assunzione di alcool variano da paese a paese, ma l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di non consumarne più di due unità standard al giorno.
Faccia clic qui per sapere quante unità ci sono in una bevanda.

Dovrebbe inoltre cercare di pianificare almeno due o tre giorni senza alcool a settimana.
Ulteriore lettura: linee guida sul consumo razionale di alcol (PDF)

 

Caffeina

Bere troppa caffeina potrebbe far salire la pressione sanguigna e aumentare la frequenza cardiaca (che potrebbe innescare fibrillazione atriale). Pertanto, si consiglia di limitare l’assunzione di caffeina a un livello moderato, ad esempio due o tre tazze di caffè al giorno.

Fumo

Nel caso della fibrillazione atriale, il fumo arreca danni aggiuntivi, in quanto fa battere il cuore più forte e abbassa il livello di ossigeno nel sangue. Il medico Le consiglierà vivamente di non fumare per il bene del suo stato di salute generale. Si rivolga al Suo medico di base.

Perdita di peso

L’obesità è strettamente legata allo sviluppo della fibrillazione atriale e aumenta la probabilità di recidiva della fibrillazione atriale dopo interventi come l’ablazione. La perdita di peso e la mancanza di fluttuazioni significative del peso migliorano il controllo della fibrillazione atriale e i suoi esiti dopo l’ablazione. I dati scientifici supportano in modo molto chiaro la raccomandazione della perdita di peso sia per la prevenzione che per la gestione della fibrillazione atriale. L’obiettivo primario nei pazienti obesi è perdere il 10% del peso corporeo a breve termine.

Stress

L’esperienza clinica collega lo stress a episodi di fibrillazione atriale, ma i dati degli studi clinici sono limitati. È ragionevole pensare che mettere in atto delle pratiche per ridurre lo stress quotidiano (es. yoga, meditazione, tecniche di rilassamento, esercizio moderato) possa contribuire al controllo della fibrillazione atriale ed è quindi consigliabile per il Suo stato generale di salute evitare lo stress il più possibile.

Modifiche della dieta

Uno stile di vita sano e una dieta sana ed equilibrata sono importanti per tutti, ma in modo particolare per le persone con problemi cardiaci, come la fibrillazione atriale. Le consigliamo di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata e di perdere peso in caso di sovrappeso.

In caso di pressione alta, è consigliabile consumare cibi a basso contenuto di sale (può controllare le etichette degli alimenti) e non aggiungere sale durante la cottura o a tavola. Può chiedere al medico se è possibile sostituire il sale normale con sale di potassio (un altro tipo di sale che non provoca aumento della pressione sanguigna) o erbe naturali.

La dieta è particolarmente importante se sta assumendo particolari farmaci anticoagulanti (antagonisti della vitamina K). Questo perché alcuni alimenti, in particolare le verdure a foglia verde (lattuga, bietola, spinaci), contengono molta vitamina K, che rende queste compresse meno efficaci nel corpo. Scopra di più sulla dieta per i pazienti che stanno assumendo warfarin o un antagonista della vitamina K.
Se sta assumendo integratori alimentari o medicinali a base di erbe come l’erba di San Giovanni, consulti il medico circa le possibili interazioni con il farmaco, in particolare i nuovi anticoagulanti (NAO).

Si sconsiglia l’assunzione di olio di pesce per ridurre gli episodi di fibrillazione atriale.

Vita sessuale

Le persone che hanno avuto problemi di cuore spesso si preoccupano per la questione del sesso; potrebbero ridurre o smettere di fare sesso per il timore che possa portare a ulteriori problemi di cuore. Credono che fare sesso possa essere rischioso e pensano “Devo evitarlo” o “C’è il rischio che mi ecciti troppo e questo potrebbe uccidermi.” Tali pensieri portano a stress inutile e ad ansia legata all’attività sessuale.
La buona notizia è che per la maggior parte delle persone con problemi cardiaci, fare sesso è sicuro e raccomandato dai medici. La pensi in questo modo: per un uomo o una donna nella media, fare sesso fa lavorare il cuore come una camminata costante di 20 minuti e avere un orgasmo è come salire le scale. L’esercizio fisico fa bene al cuore e l’attività sessuale è solo un’altra forma di esercizio. Quindi, l’attività sessuale regolare può effettivamente far bene al cuore. Chieda consiglio al Suo medico, come nel caso dell’attività fisica, soprattutto se sente intolleranza all’esercizio fisico.

  • Il sesso fa bene al cuore.
  • Il sesso allevia lo stress.
  • Il sesso rafforza il sistema immunitario.

 

Guidare

La maggior parte dei pazienti con fibrillazione atriale è in grado di guidare. Tuttavia, in caso di episodi di capogiro o svenimento, dovrebbe smettere di guidare e informare il Suo medico, in quanto questi sintomi possono essere correlati alla fibrillazione atriale.

 

Viaggiare

In generale non vi è motivo per cui non possa viaggiare (anche in aereo) se ha una fibrillazione atriale, ma è meglio che verifichi prima con il Suo medico. Si consiglia di viaggiare in modo confortevole ed evitare se possibile temperature estreme (caldo e freddo) e altitudini elevate.
Prima di pianificare qualsiasi vacanza si raccomanda che:

  • – La sua fibrillazione atriale sia ben controllata e stabile.
  • – Porti tutti i farmaci con sé e si assicuri di non esaurire le compresse durante il viaggio.
  • – Porti con sé un riepilogo della sua anamnesi.
  • – Organizzi con il Suo medico un piano d’azione nel caso in cui abbia un episodio di fibrillazione atriale mentre è via.

 


Pagine correlate