Ripristinare un ritmo cardiaco normale e prevenire le recidive

A volte, quando ha un episodio di fibrillazione atriale, il ritmo normale si ripristina senza trattamento. Se ciò non accade o se presenta dei sintomi durante gli episodi di fibrillazione atriale, il Suo medico potrebbe suggerirLe di riportare il ritmo cardiaco al suo ritmo normale (ritmo sinusale). Questa strategia si chiama “controllo del ritmo“.

Quando si sceglie di effettuare un controllo del ritmo, ci sono due opzioni per ripristinare il ritmo sinusale normale: con dei farmaci (cardioversione farmacologica) o tramite una scossa elettrica da defibrillatore (cardioversione elettrica).

Prima di ricevere una cardioversione, che sia elettrica o farmacologica, il medico potrebbe chiederLe di assumere anticoagulanti (fluidificanti del sangue) per almeno tre settimane prima della procedura. In caso contrario, il medico potrebbe voler escludere eventuali coaguli di sangue all’interno del cuore eseguendo un esame di imaging specifico chiamato ecografia transesofagea prima della cardioversione. Dovrà inoltre continuare ad assumere farmaci anticoagulanti per almeno quattro settimane dopo la cardioversione per ridurre il rischio di ictus. A seconda del Suo rischio complessivo di ictus, il medico potrebbe chiederLe di continuare ad assumere un anticoagulante per il resto della vita.

 

  • Farmaci

È possibile ripristinare il ritmo normale anche con i farmaci. Questo procedimento è noto con il nome di cardioversione farmacologica. I farmaci sono utili inoltre per prevenire una recidiva della fibrillazione atriale.

I farmaci usati per ripristinare il ritmo sinusale e ridurre gli episodi di fibrillazione atriale vengono chiamati “antiaritmici” e i più comunemente usati sono:

    • Flecainide
    • Dronedarone
    • Sotalolo
    • Amiodarone
    • Propafenone
    • Disopiramide

 

I farmaci antiaritmici modificano l’attività elettrica delle cellule cardiache, rendendo più facile il ripristino del ritmo sinusale normale. Oltre a convertire la fibrillazione atriale, i farmaci antiaritmici possono aiutare anche a mantenere il ritmo sinusale normale e ridurre le probabilità di ricaduta.

A volte potrebbe essere necessario provare diversi antiaritmici prima di trovare quello più adatto. Visto che non tutti i farmaci antiaritmici sono adatti a tutti i pazienti, il Suo medico deciderà qual è il più appropriato per Lei a seconda delle Sue altre condizioni mediche.

Alcuni farmaci antiaritmici, come l’amiodarone, possono avere gravi effetti collaterali. Il Suo medico La monitorerà regolarmente per garantire che l’assunzione prolungata del farmaco avvenga in sicurezza. Potrebbe inoltre essere necessario monitorare il farmaco con analisi del sangue. Il Suo medico la aiuterà a scegliere il miglior farmaco antiaritmico per la Sua situazione clinica e Le parlerà più nel dettaglio dei benefici e degli effetti collaterali.

 

 

Scopra di più nell’articolo: “Come devo cambiare il mio stile di vita?”


Pagine correlate