Controllare la frequenza cardiaca (controllo della frequenza)

Controllo di frequenza significa che Lei e il Suo medico avete deciso di accettare la fibrillazione atriale come condizione, ma che potrebbe essere necessario tenere sotto controllo la frequenza cardiaca (battiti al minuto) per evitare i sintomi.

Il controllo della frequenza cardiaca è l’opzione di trattamento nel caso in cui il medico non sia stato in grado di ripristinare il ritmo normale (tentativo fallito) o ritenga quasi impossibile ripristinare il ritmo sinusale a causa della Sua condizione cardiaca di fondo.

  • Con i farmaci

Il Suo medico potrebbe prescriverLe farmaci per normalizzare la Sua frequenza cardiaca (70-110 battiti al minuto a riposo).

A seconda dei Suoi sintomi, il medico potrebbe optare per un controllo di frequenza rigoroso (mantenendo la frequenza a circa 70-90 battiti per minuto a riposo) o più blando (mantenendo la frequenza a circa 100-110 battiti per minuto a riposo).

I farmaci che si possono utilizzare per controllare la frequenza cardiaca sono:

  • Beta-bloccanti: questi farmaci rallentano la frequenza cardiaca sia a riposo e che durante l’attività. Di solito sono la prima scelta, indipendentemente dalle malattie cardiache di fondo.
  • Calcio-antagonisti: anche questi farmaci controllano la frequenza cardiaca, ma potrebbe essere necessario evitarli se si soffre di insufficienza cardiaca o di pressione bassa.
  • Digossina: questo farmaco controlla la frequenza cardiaca a riposo, ma non durante l’attività. Può essere aggiunta ai beta-bloccanti o meno spesso ai calcio-antagonisti se una singola terapia non ha rallentato a sufficienza la frequenza cardiaca.
  • Amiodarone: in situazioni molto rare, il medico può decidere di controllare la frequenza cardiaca con questo farmaco, da solo o in aggiunta ai beta-bloccanti. L’amiodarone è molto efficace nel controllo della frequenza cardiaca, ma ha gravi effetti collaterali nella terapia cronica. Si accumula nella tiroide, nei polmoni, nella pelle, ecc.

 

 

Scopra di più nell’articolo: “Come devo cambiare il mio stile di vita?”

 


Pagine correlate